Altro che dentifrici sbiancanti! Puoi farlo in pochi minuti ed è un vero trucco per avere un sorriso brillante. Basta metterlo sullo spazzolino e il gioco è fatto (VIDEO)

Tutti vorremmo un sorriso brillante e smagliante. Non sempre però, madre natura ci dona un sorriso bello e perfetto. Alcuni sono costretti, sin da bambini, ad indossare apparecchi per correggere la dentatura. Altri, devono correggere nel tempo alcune abitudini poco sane, che condizionano il colore dei denti come il fumo e l’assunzione di alcol e bevande piene di coloranti.

Si sa che caffè, coca cola, vino, tè, nel tempo alterano il colore dei denti, ingiallendoli progressivamente. Il primo passo da fare, quindi, per avere un bel sorriso, è intervenire sulle proprie abitudini alimentari e non.

Ma solo questo non basta, bisogna intervenire anche con rimedi naturali come quello che oggi vi proponiamo. Ecco quello che vi serve:
– limone
– bicarbonato di sodio
– uno spazzolino

Vi basterà aggiungere gocce di limone al bicarbonato di sodio e immergervi uno spazzolino. Non esagerate però: fatelo solo una volta a settimana. Dopo, non vi resta che lavare i denti con il dentifricio che preferite.

I risultati non tarderanno a manifestarsi. Già dal primo mese, noterete che i denti saranno diventati più bianchi e più sani. L’importante è non perdere mai la costanza. Non si deve mai rimandare, nel tempo la situazione può solo peggiorare. È chiaro che il rimedio non deve essere considerato in sostituzione della pulizia del dentista.

 

 

Ecco cosa si può leggere nella descrizione del video:

“Questo funziona per me da anni, ma è solo un suggerimento che sto condividendo con voi. Questo metodo può indebolire il vostro smalto. Io lo uso una volta a settimana, perché ho i denti sensibili e, come si sa esagerare può fare male, quindi non farlo spesso se non vuoi finire senza denti.

1. Posso usarlo se ho un apparecchio? No, potrete rovinare il lavoro.

2. Quante volte alla settimana posso farlo? Una volta a settimana, se lo fai troppo spesso potresti rovinare i tuoi denti.

3. Se non trovo i limoni con cosa potrei sostituirli? Li potresti sostituire con l’acqua della pasta.

4. Va fatto prima o dopo di lavarsi i denti? Lo faccio di notte, dopo essermi lavata i denti.

5. Lo usi anche tu? Naturalmente si, non farei questo video in caso contrario. Ho anche inviato delle foto del mio prima e dopo. Provate voi stessi per vedere i risultati.”

fonte 

L’uomo Inserisce delle gocce di aceto nell’orecchio. Quello che succede è una scoperta incredibile!

Nonostante esistano sul mercato tantissime soluzioni e rimedi per eliminare il cerume dalle orecchie, in questo articolo descriveremo un metodo efficace ed economico per ottenere gli stessi risultati.

La maggior parte dei prodotti che puoi trovare in farmacia sono a base di alcool. Il rimedio che ti proponiamo di seguito, oltre all’alcool, utilizza l’aceto bianco.

Questo aceto è un potente antibiotico e antimicrobico, che aiuta tantissimo a combattere le infezioni. La combinazione di questi due potenti ingredienti è molto efficace sia per eliminare il cerume dalle orecchie che per combattere infezioni e alleviare il dolore dovuto ad esse.

Questo rimedio è consigliato per chi soffre di una lieve o moderata infezione all’orecchio, dovuta all’accumulo di cerume o di acqua. Tuttavia, nel caso la tua condizione dovesse essere più seria, ti consigliamo di consultare un medic

Preparazione del rimedio a base di alcol e aceto

Mescolare i due ingredienti in parti uguali. Con un cucchiaino da 5 millilitri, procedi ad inserire qualche goccia di questa soluzione nelle orecchie, inclinando la testa su un lato. Mantieni questa posizione per 1 minuto, poi fai fuoriuscire la soluzione rimettendo la testa in posizione verticale.

Ripeti questa operazione due volte al giorno per rimuovere acqua, accumulo di cerume e ridurre le infezioni delle orecchie. Nel caso la tua situazione non dovesse migliorare entro tre giorni, consulta un medico.

fonte

Le FUGHE del suo pavimento erano sporche.Poi ha scoperto questo INCREDIBILE trucco!

e fughe, o giunzioni, tra le piastrelle richiedono periodicamente una pulizia specifica, dal momento che, a causa di polvere ed umidità, possono annerirsi oppure essere invase dalla muffa, soprattutto in bagno.
Per un trattamento efficace delle giunzioni si può ricorrere a diversi metodi, utilizzando prodotti sia tradizionali che naturali.  Infatti bastano solo queste due miscele infallibili per pulire il bagno; più precisamente la doccia, le piastrelle e le fughe. Guarda il video….

 

PER SBIANCARE I TUOI DENTI BASTA METTERNE UN GOCCIO PER 5 MINUTI: NON CREDERETE AI VOSTRI OCCHI

Forse tra le prime cose che notiamo quando conosciamo, incontriamo o parliamo con qualcuno è il sorriso che resta una tra le migliori armi a nostra disposizione per fare una buona impressione.

Per avere una bocca sempre perfetta è molto importante la cura dei denti che devono essere sani e brillanti. Questo è possibile grazie a controlli periodici dal dentista, per prevenire carie e problemi alle gengive e grazie ad un’igiene orale quotidiana che deve prevedere l’utilizzo di spazzolino e dentifricio dopo ogni pasto e il filo interdentale almeno una volta al giorno.

Ci sono due ingredienti naturali che possono aiutare a mantenere i nostri denti bianchi,prevenendo o eliminando le antiestetiche macchie: sono limone e bicarbonato (utilizzato anche nei trattamenti sbiancanti) che insieme aiutano a prolungare l’effetto della pulizia del dentista.

E’ sufficiente spremere mezzo limone in una tazzina e aggiungere un cucchiaino raso di bicarbonato, mescolare bene e intingere nella soluzione lo spazzolino bagnato. A questo punto basterà strofinare i denti come se li stessimo lavando, per alcuni minuti. Dopo avere sciacquato abbondantemente la bocca, l’effetto sbiancante sarà subito visibile.  GUARDA IL VIDEO:

 

E’ consigliabile non ripetere spesso il trattamento per non rischiare di rovinare lo smalto e utilizzare la soluzione ogni due mesi, magari alternandola con un’applicazione di scorza di limone sfregata direttamente sui denti.

 

FONTE

Molti li hanno, pochi ne parlano. I fibromi si combatto con un condimento da insalata.

In molti ne soffrono ma quasi nessuno ne parla: sono i fibromi. I fibromi – noti anche come verruche peduncolate – sono piccoli tumori benigni della pelle, comuni sia agli uomini che alle donne. Hanno l’aspetto di piccoli sacchetti pendenti dalla pelle.

È facile trovare i fibromi sotto le braccia, nella parte cava del ginocchio, sulla gola, nella zona dell’inguine o sulle palpebre. Generalmente si sviluppano nei punti in cui la pelle si sfrega più facilmente.

 

Spesso i fibromi iniziano a crescere già durante la pubertà. La causa del loro sviluppo non è ancora nota. Gli scienziati sospettano che all’origine possa esserci un sistema immunitario indebolito, ma nessuna prova medica è stata finora fornita con certezza.

 

Molte persone si rivolgono al medico per rimuoverli chirurgicamente, mentre altri ricorrono a costosi unguenti o pomate che promettono di contrastare questi avversari poco estetici… Ma la soluzione è molto più semplice! Si può infatti fare affidamento su qualcosa che quasi tutti hanno già in casa: l’aceto di mele! L’aceto, infatti, asciuga i fibromi facendoli cadere.

 

Ecco come applicare l’aceto:
Versare un po’ di aceto di mele su un batuffolo di cotone e strofinare sul fibroma. Ripetere l’operazione 2 o 3 volte al giorno. Dopo l’applicazione quotidiana, il colore del fibroma inizierà a cambiare. Diventerà più scuro e quasi nero nel momento in cui si andrà essiccando. Alla fine, cadrà dal vostro corpo. Ma fate attenzione! Questo metodo può essere utilizzato solo su quei fibromi che si trovano sulla pelle. I fibromi sorti in bocca, oppure in prossimità degli occhi, richiedono invece una visita dal medico il più rapidamente possibile.

Questo video (in lingua inglese) spiega ancora più accuratamente quanto detto in precedenza:

 

Versa del collutorio nella sua lavatrice: Il motivo?… Peccato non averlo saputo prima!

Le cose da fare in casa, sono sempre molte. E’ necessario rassettare, pulire, cucinare, lavare i panni. Un mucchio di impegni che, se si desidera vivere in ambienti confortevoli, puliti e ordinati, è necessario svolgerli con precisione quasi ogni giorno. Ormai in ogni appartamento, sono presenti elettrodomestici in grado di facilitare tutte le azioni di pulizia in casa, ma quando si tratta di dover lavare dei capi, e non si vuole spendere denaro per farli pulire in tintoria, è bene conoscere qualche trucchetto, che permetta non solo di risparmiare soldi ma anche tempo, e ottenere ottimi risultati senza pesare sull’ambiente. Oltretutto, seguendo i consigli che leggerete di seguito, potrete salvare i vostri capi che, a furia di esser trattati con prodotti chimici, tendono a perdere colore e consistenza.

download

1) Come lavare un paio di jeans senza usare detersivo

Occorrente:

– Bacinella per i panni

– Acqua

– Un bicchiere di aceto bianco

– Due cucchiai di sale grosso

Volete che i vostri Jeans non perdano colore e brillantezza ad ogni lavaggio? Procedete così. Prendete una bacinella e riempitela con due litri di acqua fredda, un bicchiere di aceto e due cucchiai di sale grosso. Lasciate in ammollo per un paio di ore. Risciacquate perfettamente. Oltre a ottenere Jeans perfettamente puliti, saranno anche morbidi e delicatamente profumati, grazie all’azione dell’aceto bianco.

lavaggio

L’utilizzo dell’aceto bianco inoltre, può esser fatto anche per i lavaggi in lavatrice. Usatelo al posto dell’ammorbidente, e otterrete tre risultati: capi morbidi e profumati e tubature della lavatrice perfettamente pulite. Altro segreto: per conservare il colore dei capi neri o scuri, prendete l’abitudine di inserire nel cestello un pugno di sale grosso: funge da fissante del colore.

2) Come conservare il colore dei capi nei lavaggi in lavatrice

Se lavate i panni in lavatrice, specialmente quelli scuri o i Jeans, è meglio scegliere il programma a freddo. I lavaggi ad alta temperatura infatti, tendono a far scolorire i capi, oltre a impiegare molta energia elettrica.

3) Stirare senza ferro da stiro? Si può!

Se dovete stirare un capo di abbigliamento, ma non avete un ferro da stiro a portata di mano – può accadere anche in viaggio – usate il Phon selezionando l’aria calda. Passate il beccuccio più volte sul tessuto e vedrete che, come risultato, otterrete un capo perfettamente stirato.

4) Deodorante per lavatrice? Usate il collutorio per i denti!

Un misurino di collutorio che usate per sciacquare la bocca, è fenomenale come deodorante per i panni. Aggiungetene un misurino al lavaggio: il risultato sarà sorprendente!

Come avete letto, molto spesso esistono sistemi ingegnosi e assolutamente ecologici per risolvere molte delle cose che facciamo quotidianamente. Oltretutto, considerando i danni ambientali che il pianeta subisce a causa dell’utilizzo indiscriminato di prodotti chimici ed energia elettrica, dare un contributo personale, oltre che far risparmiare denaro, risparmia danni all’ecosistema.

fonte

A nessuno di noi piace pulire la doccia – ma con questo trucco diventa un gioco da ragazzi

A tutti piace avere una casa pulita, ma pulire non piace a tutti.

Molte persone detestano dedicare ore intere alla pulizia della casa, del bagno in particolare, e purtroppo lo sporco inizia ad accumularsi.

Il bagno, in particolar modo, si sporca facilmente e deve essere pulito con più frequenza. È umido, le mattonelle si anneriscono e il wc e il lavandino vengono utilizzati quotidianamente.

È probabile che la vostra doccia non sia sporca come quella nell’immagine qui sotto, ma farla risplendere non è facile. Per fortuna noi abbiamo trovato una tecnica utilissima che vi aiuterà a pulire il bagno e la doccia con pochi semplici passi.

Non serve comprare prodotti costosi, bastano solo due ingredienti. Il risultato è davvero sorprendente.

Ecco di cosa avete bisogno:

  • 250 ml di detergente
  • 250 ml di aceto bianco
  • 1 imbuto
  • 1 flacone spray
  • 1 spugna

Come procedere:

Riscaldate l’aceto, deve essere molto caldo, ma senza esagerare. Dovete riuscire ad inserire il dito nell’aceto senza scottarvi. Utilizzate l’imbuto per riempire il flacone spray con il detergente e l’aceto. Poi mescolate bene. Spruzzate un po’ di liquido sul muro e passateci la spugna. Fate attenzione perché alcune superfici sono di silicone e l’aceto potrebbe danneggiarle. Lasciate agire per 30 minuti e poi lavate via lo sporco con l’acqua.

Per istruzioni più precise, guardate il video qui a seguire. Questo trucco vi aiuterà a pulire il bagno senza impazzire. Potete utilizzare questo trucco anche in cucina, rimuove lo sporco da superfici di diverso tipo.

 

Ecco Perché Dobbiamo Congelare Sempre I Limoni….Non Ne Avevo Idea!!!

Molti di noi appena compriamo dei limoni, o li mettiamo nel frigo oppure in una scatola sul balcone.
Ma lo sapevi che ce un metodo migliore per poter conservare più a lungo i limoni e che di sicuro fa bene anche alla nostra salute?
Ebbene si, i limoni si possono congelare per poi poterli consumare più avanti.
Qual’è il maggior vantaggio oltre a quello di evitare sprechi? Come accade nella maggior parte dei vegetali, la buccia contiene più vitamine della polpa, in questo caso la buccia di limone contiene dalle 5 alle 10 volte in più di vitamine rispetto al succo.
I limoni sono una grande fonte di vitamina C, così come le vitamine B6, A ed E, più folato, calcio, rame, ferro, zinco, magnesio, potassio, proteine, riboflavina, niacina, tiamina, e fosforo.
I piccoli frutti gialli contengono anche flavonoidi e limonoidi, due potenti antiossidanti di proprietà naturali per il combattimento e la prevenzione del cancro. Il limone aiuta anche a prevenire il diabete, controllare la pressione sanguigna, alleviare l’indigestione e la costipazione, alleviare la febbre, e ridurre il peso.
L’acido citrico aiuta a combattere i germi e i batteri e un sacco di persone li usano per pulire e illuminare la pelle e le unghie.
Alla luce di ciò e al fine di ottenere tutti i benefici per la salute da un limone, funziona meglio se viene congelto prima di utilizzarlo. Ecco come;
Prima lavare e pulire un limone e deve essere completamente asciutto prima di sigillarlo in un sacchetto da freezer richiudibile. Poi metterlo in freezer fino a quando non si solidifica. La semplice ragione per cui si dovrebbe congelare il limoni è che quando un limone è duro e solido è molto più facile grattugiarlo. La maggior parte delle persone usano solo il succo e la polpa quando vanno a mangiare o cucinare con un limone invece così facendosi finisce per utilizzare tutta la frutta e ottenendo il massimo dei benefici per la salute. ECCO COME FARE:

 

Puliva il box doccia tutti i giorni, ma le Guarnizioni rimanevano sempre sporche e annerite. Poi ha fatto questo.

Anche voi avete problemi col box doccia e vorreste tanto evitare che le guarnizioni si anneriscano e si formi quella muffa antiestetica nel bagno? Oggi vi illustrerò due rimedi casalinghi semplici semplici. 1. Limone e acqua ossigenata Prendete un paio di guanti da cucina o di quelli usa e getta. Tagliate a metà un limone e con una parte strofinate energicamente i punti anneriti. Procuratevi dell’acqua ossigenata a 40 volumi, per intenderci quella che usa il parrucchiere per fare i colpi di sole, e versatela sulla guarnizione. Se non avete l’acqua ossigenata, potrete ottenere un effetto simile usando la candeggina. Fate passare un’ora circa dopo aver tamponato le guarnizioni e poi strofinate con uno spazzolino da denti. Dopodiché risciacquate.

 528679199984

2. Sapone, bicarbonato e acqua ossigenata Questo trattamento è molto efficace per quelle guarnizioni ormai molto annerite e che appaiono irrecuperabili. Sempre indossando un paio di guanti ed aiutandovi con uno spazzolino, pulite le guarnizioni con del sapone di Marsiglia. Poi preparate una soluzione di acqua ossigenata a 40 volumi e bicarbonato creando una soluzione cremosa. Aiutandovi anche qua con uno spazzolino, passatela sulle guarnizioni. Fate agire il composto per 30 minuti e poi risciacquate. Altri consigli per la manutenzione del box doccia Per una corretta manutenzione delle guarnizioni, pulitele spesso con prodotti anti calcare e anti muffa. L’umidità è la nemica numero uno delle guarnizioni, poiché provoca la formazione di muffa. In alternativa ai prodotti anti muffa potete utilizzare il bicarbonato. Cosa importantissima: areate spesso il bagno, in particolare dopo aver fatto la doccia. E’ la più importante forma di prevenzione. Se pensi che i miei consigli possano esserti utili, condividi l’articolo con i tuoi amici!

fonte

Versa del detersivo per i piatti nel water. Il motivo è tanto inaspettato quanto geniale – VIDEO

Di certo non è divertente avere il water intasato. L’acqua non vuole proprio andare giù e a volte tende addirittura a fuoriuscire dal gabinetto.
Tuttavia, esistono diversi modo per sturare un water intasato, ma questo potrebbe essere il più semplice che abbiate mai visto, specie per chi non desidera sporcarsi le mani.
Basta versare una quantità generosa di detersivo per piatti nel gabinetto e attendere 20 minuti. In seguito gettate dell’acqua calda (non bollente, va bene quella del lavandino) e tirate lo scarico.
La persona del video sostiene che questo trucco non funziona con tutti i tipi di ingorghi, ma dovrebbe risolvere quelli più comuni (carta o qualcosa del genere).
Guardate il trucco nel video qui a seguire e condividetelo con i vostri amici in modo che tutti possano beneficiarne!